Principali utensili a testa singola per tornire e utensili per foratura, alesatura meccanica al tornio
Gli utensili per il tornio sono svariati e di varie forme e per vari tipi di lavorazione e tutti hanno uno scopo...tornire o filettare.
Utensili a testa singola:Utensile proprio del tornio è costituito da uno stelo o gambo, mediante il quale viene fissato al portautensili e da una testa o nasello, che è la parte attiva dell'utensile, sulla quale sono ricavati uno o più taglienti, possono essere a tagliente A=frontale o B=laterale. Come tutti gli utensili dovranno avere degli angoli di spoglia.
 Le caratteristiche geometriche di un utensile comune a testa singola sono principalmente: a=faccia, cioè la superficie attiva della testa sulla quale si forma e scorre il truciolo; b=fianco principale rivolto verso il pezzo in lavorazione in direzione dell'avanzamento.β=angolo di taglio; γ=angolo di spoglia superiore; α=angolo di spoglia inferiore; d=fianco laterale; e=tagliente secondario, ricavato sullo spigolo formato dalle facce a e d; δ=angolo dei taglienti , compreso tra i taglienti c ed e; x=angolo di registrazione del tagliente principale; h= altezza uguale alla distanza tra la base e il punto di incontro del tagliente c ed e. Come per ogni tipo di utensile, gli angoli  α,  β,  γ vengono scelti in base alla durezza e alla qualità del materiale in lavorazione.
Valori angoli α,  β,  γ in base al tipo di materiale. Acciaio rapido
(valori indicativi)
materiale
α
β
γ
Ghisa durissima, ottone, e bronzi duri
6
84
0
Acciaio extraduro
6
76
0
Acciaio duro, ghisa dolce, ottone dolce
8
68
14
Acciaio dolce
8
62
20
Acciaio dolcissimo, bronzo tenero
8
54
28
Leghe leggere e materiale plastico
10
40
40
Gli utensili con placchette riportate o saldate alla testa vengono impiegati per elevate velocità di taglio o per materiali molto duri o che presentino scorie sulle superfici. I valori degli angoli di spoglia dipende sempre dal materiale in lavorazione ma in questo caso, rispetto a quelli in acciaio rapido, le angolazioni sono diverse, come nella tabella di riferimento.
Valori angoli α,  β,  γ in base al tipo di materiale. Placchette al widia (valori indicativi)
Materiale
α
β
γ
Ghisa durissima
6
80
4
Acciaio duro ed extraduro, ghisa, bronzo
6
76
8
Acciaio dolce e dolcissimo, bronzo tenero
6
64
20
Leghe leggere e materie plastiche
10
50
30
Il pezzo in lavorazione può essere tornito facendo avanzare l'utensile sia verso destra che verso sinistra, il tagliente dell'utensile deve essere rivolto sempre verso il pezzo e l'utensile avrà il tagliente destro o sinistro.
Utensili a testa singola
 a=utensili diritti; b=utensili arcuati; c=utensili piegati; d=utensili a testa scostata o a coltello.
Utensile diritto per sgrossatura
: detto anche a unghia, Serve per tornire esterni e per sfacciare. L'angolo di spoglia può essere, a secondo dei casi, a 100,90,80 a=destro; b=sinistro
Utensile piegato per sgrossatura
: a=destro; b=sinistro
Utensile a punta diritta per finire
Utensile largo a finire:
Va utilizzato con avanzamenti frontali per formare gole o smussi
Utensile piegato a finire
: utilizzato per sfacciare e per eseguire spallamenti.
Utensile a coltello:
detto anche utensile laterale, serve per tornire esterni con spallamenti e per sfacciare; a=destro; b=sinistro
Utensile a testa rastremata:
Viene impiegato nelle lavorazioni di troncatura e di tornitura di gole. Lavora soltanto con avanzamento radiale e può essere destro o sinistro
Utensile piegato per fori passanti:
utilizzato per alesatura di fori passanti e per la smussatura dello spigolo dei fori
Utensile piegato per fori ciechi:
utilizzato per l'alesatura e sfacciatura  del fondo dei fori ciechi
Utensile per gole di scarico interne:
viene impiegato per parti da rettificare ed ha un avanzamento soltanto radiale
Utensile diritto per sgrossatura con placchetta riportata:
Utensile utilizzato per tornire e per sfacciare. a=destro; b=sinistro
Utensile piegato per finitura con placchetta riportata:
Utensile chiamato anche a coltello, serve per tornire esternamente o per eseguire spallamenti e per sfacciare. a=destro; b=sinistro
Utensili per forare e alesare al tornio
Per certi particolari di certe dimensioni  la foratura e l'alesatura con il tornio viene eseguita con i soliti utensili utilizzati nelle fresatrici. Principalmente punte elicoidali e punte a cannone quest'ultime possono essere monotagliente o bitagliente per fori profondi, costituiti essenzialmente dalla punta di idrocarburo con un foro o due per la lubrificazione forzata di acqua emulsionata o olio da taglio apposito (particolarmente nocivo per la salute se inalato) con un compressore potente per la spinta del refrigerante. Per i torni, a differenza delle fresatrici, l'utensile va fissato in accoppiamento alla bussola del canotto della testa mobile, generalmente utilizzata con la contropunta. L'alesatore in acciaio rapido andrà utilizzato nel solito modo delle punte.