Le macchine utensili servono per la lavorazione di materiali ferrosi in genere, dove viene asportato del materiale su particolari detti "pezzi", con utensili più duri del materiale stesso in lavoro e con la formazione di trucioli, ad eccezione di macchine che utilizzano la tecnologia laser per taglio di lamiere e profilatura. Tutti macchinari in cui un operatore, detto "operaio metalmeccanico" opera con appositi comandi elettrici o manuali e su indicazioni dati da cicli di lavoro e  disegni tecnici, per la trasformazione di pezzi grezzi in finiti di macchina. La buona riuscita del lavoro o del prodotto finito dipende da più fattori tra i quali:1= la capacità del macchinario a supportare il tipo di lavoro,  più è vecchia la macchina utensile e meno affidabile sarà rispetto ad una nuova e con buona manutenzione. 2= i tipi di utensili, con dei "chiodi" sarà impossibile rifinire particolari di precisione e per ogni materiale ci vuole l'utensile adatto, il numero di giri e gli avanzamenti adatti ed è facile la distruzione dell'utensile, con il rischio anche di infortuni sul lavoro. 3=la capacità dell'operaio nel saper affrontare le molteplici situazioni o problematiche che possono capitare nel momento in cui si prepara ad operare,saper leggere ed interpretare il disegno tecnico è fondamentale, detto questo può capitare che gli utensili siano sbagliati, non adatti al tipo dil avoro e una conoscenza dei vari tipi di utensili può risolvere molti problemi sin dall'inizio. 4=La "piazzatura" dei pezzi, direttamente o con porta pezzo o con morsa se fatta bene è già una sicurezza che il lavoro sarà portato alla fine senza andare a "sbattere" negli spostamenti rapidi, nelle macchine a controllo numerico. 5=Può capitare che il ciclo di lavoro è diverso dal disegno che accompagna i pezzi e prima di sbagliare è opportuno chiedere. 6= strumenti di controllo, calibri, micrometri etc. che siano efficienti e che portino il bollino di avvenuto controllo dalla sala metrologica o centri SIT. L'operaio o operatore, con l'esperienza saprà cavarsela al meglio e dopo tanti anni riuscirà anche ad andare in pensione, dimenticandosi presto degli anni passati nell'officina, dedicandosi a......lavori in campagna (per chi ha della terra), baby-sitter per i nipoti, volontariato alla P.A. o.... al bar a giocare a carte.
Le macchine utensili sono molteplici e per vari tipi di lavoro, costruite anche su richiesta per tipi di lavoro speciali,piccole, grandi,  lunghe, corte, con porta utensili o senza, manuali,semi automatiche, automatiche a controllo numerico, ma tutte fanno un lavoro...."grattano" asportano, lavorano il metallo, acciaio,  bronzo, ottone, alluminio,ghisa. Pezzi grandi o piccoli saranno sempre lavorati dalle macchine utensili per avere un prodotto finito.
Classificazione delle macchine utensili= 1) Tornitrici: tornio parallelo è il più usato per la molteplicità dei tipi di lavoro che svolge. I torni per lavorazioni speciali sono: tornio frontale, tornio verticale,tornio a due montanti, tornio a un montante con torretta, tornio per filettare, tornio per spogliare, tornio per cerchioni ferroviari. I torni per la produzione sono: torni a copiare, tornio a utensili multipli. Torni a torretta: tornio a torretta semplice, tornio a torretta semi automatico. Torni automatici: Tornio automatico a torretta, tornio automatico a utensili radiali, torni a comando numerico o controllo numerico (CN), tornio a carro trasversale, tornio a utensili rotativi. 2)Fresatrici: Fresatrici orizzontali, fresatrici universali, fresatrici verticali, fresatrici speciali: fresatrice a comando numerico o controllo numerico (CN),fresatrice a copiare, fresatrice-piallatrice, fresatrici per filetti,fresatrici per attrezzisti, fresatrici a pantografo. 3)Trapanatrici: trapani portatili. Trapanatrici sensitive: trapani da banco, trapano a colonna, trapano verticale, trapano a bandiera o radiale, trapano multiplo, trapano a controllo numerico. 4)Alesatrici: alesatrici universali, alesatrici a montante, alesa fresatrici, alesatrici-tracciatrici. 5)Macchine utensili a moto rettilineo: piallatrici, limatrici;stozzatrici= con utensile a compressione, con coltello a trazione,brocciatrici per esterni e per interni, brocciatrice a trazione(orizzontale), brocciatrice a compressione (verticale). 6)Dentatrici: dentatrice-stozzatrice, dentatrice a pettine, dentatrice a creatore, dentatrice per ruote coniche,dentatrice Bilgram, dentatrice Gleason, dentatrice ciclo-palloidi, dentatrice a creatore conico. 7)Macchine utensili speciali: filettatrici= filettatrici a pettine, maschiatrici, fresatrici per filetti, rullatrici. Macchine combinate=macchine a posto fisso, macchine a trasferimento, macchine a trasferimento circolare, macchine a trasferimento rettilineo. Macchine speciali= macchine a elettroerosione, macchine a ultrasuoni, lavorazione al laser. 8)Rettificatrici e molatrici: molatrici comuni a due teste,molatrici portatili. Rettificatrici universali. Rettificatrici in tondo= per esterni e interni,  rettificatrici senza centri, rettificatrici a tuffo. Rettificatrici per piani= ad azione periferica e ad azione frontale, con azionamento manuale della mola frontale (lapidello).Rettificatrici speciali=ad alberi scanalati, per ingranaggi, per alberi a gomito. 9)Superfinitrici: lappatrici, micro levigatrici,superfinitrici, macchine Honing per interni. 10)Affilatrici: affilatrici per punte da trapano, affilatrici per brocce, affilatrici per frese e seghetti a dischi, affilatrici universali.