Tornitura di un cilindro
Compito della tornitura cilindrica è di portare al diametro richiesto dal disegno il pezzo in lavorazione. Questo tipo di tornitura esige che l'asse del pezzo da tornire coincida con l'asse della macchina, l'aggiustamento viene eseguito con la regolazione della posizione della controtesta. Saranno torniti due diametri, il più lontano possibile tra di loro, chiamate "passate testimonio" in modo da ottenere esattamente, per tutte e due le passate, la stessa lettura sul tamburo graduato della slitta trasversale.
=tornitura di una parte (A), quindi dalla parte opposta (B). Da controllare con un micrometro e se i diametri sono uguali non occorre eseguire alcuna correzione.
Ap=asse del pezzo; At=asse del tornio
Se il B è maggiore del A si sposta la contropunta verso l'utensile di un tratto corrispondente alla correzione C.
Se il B minore al A si sposta la contropunta in senso opposto all'utensile di un tratto corrispondente alla correzione.
Calcolo delle correzioni= D e d sono i valori dei diametri maggiore e minore del testimonio. Se le passate sono state eseguite alle due estremità del pezzo, la loro distanza è uguale alla lunghezza del pezzo L1(L1=L2), la correzione C è uguale alla differenza dei raggi: ( es.1). Nel caso che le passate del testimonio sono per un tratto soltanto, il valore della correzione risulta maggiore della differenza dei raggi in proporzione al rapporto tra le lunghezze L1 e L2. La formula generale è: (es.2). Le quote di questi disegni sono state esasperate per praticità, in realtà gli spostamenti da eseguire sono dell'ordine di centesimi o decimi di millimetro. Gli spostamenti della controtesta vengono controllati con precisione mediante un comparatore centesimale.
Completata la fase di allineamento si procederà con la sgrossature, lasciando del soprametallo da 0,3 a 0,5 mm quindi una passata di finitura lasciando 0,1-0.2 mm, controllato con un micrometro e si finisce con ultima passata  portando il diametro alle quote del disegno. Se le quote sono con tolleranze ISO ad es:H7 si userà, per il controllo, anche un calibro a forcella P/NP.
In base al disegno ci saranno tratti cilindrici esterni con spallamenti; profilatura;  zigrinatura; tornitura conica, etc