Fresatura/squadratura di un parallelepipedo
La squadratura di un blocchetto può risultare facile, ma occorrono certi accorgimenti per avere una perfezione nel parallelismo e perpendicolarità tra le facce. Occorre una morsa idraulica o non idraulica, un tondino e due paralleli uguali. Innanzi tutto allineare la morsa longitudinalmente con il comparatore calamitato sulla testa della fresatrice e fatto scorrere il banco. Un particolare importante da tenerne di conto, nelle fresatrici verticali, di dare una lievissima inclinazione alla testa con mandrino porta utensili rispetto all'asse verticale.
Bloccare la morsa con staffe nel bancale. 1=Mettere un parallelo tra le ganasce della morsa e sopra un pezzo grezzo, stringere la morsa e fare una passata. 2=Ruotare il pezzo con la parte fresata contro la ganascia fissa  e posizionare un rullino tra il pezzo e la ganascia mobile, stringere la morsa. Dare una passata. 3=Ruotare il pezzo con una parte fresata contro la ganascia mobile e l'altra su un parallelo il quale dovrà risultare bloccato, battendoci sopra con un mazzuolo . Fare la passata portandolo a misura richiesta. 4=Stringere il pezzo con le parti fresate contro le ganasce e sopra al parallelo, per sicurezza mettere due striscioline di carta tra pezzo e paralleli, battere sul pezzo con il mazzuolo e una volta che le striscioline di carta sono bloccate finire di spianare il pezzo portandolo a misura richiesta.5= Stringere il pezzo con le due facce fresate contro le ganasce e una parte grezza sopra al parallelo, allineare il pezzo in altezza con un comparatore.
Una volta sicuri dell'allineamento fare una passata. 6= ruotare il pezzo con l'ultima faccia fresata sui paralleli con nel mezzo due striscioline di carta. Bloccare e portare a misura. Il pezzo è finito, squadrato e nelle misure richieste. In tutto questo lavoro andrà fatta attenzione alla rugosità impostando il numero dei giri dell'utensile e gli avanzamenti appropriati in base al tipo di utensile e al materiale in lavoro.