Materiali degli utensili per tornitura
Anche per gli utensili da tornio la caratteristica principale è la durezza che deve essere superiore al materiale lavorato. Il materiale utilizzato per la costruzione degli utensili da tornio sono: acciai ad alto tenore di carbonio; acciai semirapidi; acciai rapidi e super rapidi; carburi metallici; ceramici. Il rendimento di un utensile dipende, oltre alla sua durezza, dalla velocità di taglio e dalla capacità di sopportare elevate temperature. Durante la costruzione subiscono alcuni passaggi di riscaldi e raffreddamenti  conferendo all'acciaio caratteristiche meccaniche appropriate al tipo di uso. Trattamenti termici a cui vengono sottoposti gli utensili sono la tempra=fa acquistare all'acciaio una grande durezza, ma lo rende  poco resistente agli sforzi e agli urti, per superare questo inconveniente  subiscono  un rinvenimento, serve ad eliminare dall'acciaio le tensioni interne provocate dalla tempra, per renderlo resistenze agli sforzi che il truciolo esercita sull'utensile durante la lavorazione. Utensile ad alto tenore di carbonio= hanno un contenuto di carbonio compreso tra 1% e 1.5%, questi acciai sono poco costosi, hanno una grande durata di affilatura e sono adatti per finiture molto accurate. Gli utensili in acciaio al carbonio sono poco usati per il basso rendimento. Utensile in acciaio semirapido= Questi materiali contengono basse percentuali di manganese e tungsteno. Sono durissimi ma consentono velocità di taglio molto elevate perché la loro temperatura di rinvenimento è bassa. Utensili in acciaio rapido=acciai rapidi al molibdeno: oltre al ferro e carbonio (0,8) contengono  il wolframio (7), il cromo (4), il molibdeno (5) e il vanadio (2) in percentuali appropriate; acciai rapidi al vanadio: i cui componenti principali sono percentualmente 0,8 C; 18W; 4Cr; 2,5V; acciai super rapidi al cobalto i cui componenti principali percentualmente sono 0,75 C; 18 W; 4,5 Cr; 1,5 V; 10 Co.
Se l'utensile è piccolo o medio ( <15) viene costruito tutto in acciaio rapido (HS), se l'utensile è di diametro maggiore di 15 mm viene saldato sulla testa dell'utensile, in comune ferro al carbonio, una parte in acciaio rapido.
Oltre agli utensili in acciaio  rapido ci sono utensili con riportato placchette ai carburi di tungsteno e da altri componenti, i così detti al widia e possono essere saldati sulla testa dell'utensile o fissate meccanicamente con vite.
Per lavorazioni particolari esistono  placchette ceramiche di piccole dimensioni, fissate meccanicamente.